Il progetto MetaEmozioni Scuola è molto ambizioso, saremo certamente già molto soddisfatti se quanto già illustrato viene realizzato in classe, ma certamente la sua validità rimarrà limitata se non si cerca almeno di avviare una continuità oltre le mura scolastiche ed un “contagio” nelle famiglie dei propri alunni. Si tratta insomma di diventare “ambasciatori” dell’intelligenza emotiva non solo a scuola ma nella propria comunità di appartenenza.

Anche in questo caso, numerosi possono essere gli spunti e le idee per far sì che questo ambizioso progetto si avveri. Non possiamo lasciarlo soltanto nella mani dei nostri alunni, anche se loro ne saranno gli attori principali.

È pertanto necessario, il più possibile, coinvolgere le famiglie nella realizzazione di alcune delle attività del progetto, studiando modi e tempi affinché ciò possa realizzarsi.

Inoltre, è importante offrire agli alunni gli spunti di alcune attività che possono essere svolte a casa con il coinvolgimento dei genitori, come guardare insieme un film, realizzare il testo di una canzone, affiggere nel tinello di casa un piccolo poster con lo Spazio MetaEmotivo, e tante altre idee che scaturiranno dal nostro lavoro comune.